Stai visitando il sito con un browser web obsoleto.

Il sito web cda.it è compatibile con le ultime versioni dei browser web Chrome, Firefox, Safari e Edge. Per scaricare l'utima versione di Microsoft Edge clicca qui.
chiudi
Assistenza
Hai bisogno di assistenza?
Chiedi gratuitamente il supporto di un nostro operatore.
chiudi
Curiosità
chiudi
Messaggio arrivato correttamente.
Verrai ricontatto al più presto.
chiudi
1
2
3
4
Chi sei?
Come ti chiami?
Indirizzo email?
Cosa ti interessa sapere?
Compila il campo per proseguire
Torna indietro
chiudi
Lavora con noi

Progetti

CDA e il riciclo dei fondi di caffè. – G20

Ogni caffè scelto, trasforma lo scarto del macinato in combustibile per le stufe pirolitiche. In CDA si sa e anche al G20.

Non siamo in mare, ma sulla terra ferma, a Talmassons.
Nessuna battaglia, ma menti che ragionano con un fine comune: il recupero dei fondi di caffè, un’intuizione nata da CDA.
Tutto parte da una scelta: macchiato, lungo o ristretto, qualche secondo di attesa e il display segna “prelevare la bevanda”. Bevi gusta e differenzia il bicchiere. Il resto è solo economia circolare. In Giappone lo sanno.

“CDA e il recupero dei fondi di caffè. – G20” queste le parole chiave a cui affidiamo questo post, un’idea che nasce da Cattelan Distributori Automatici per il recupero e il riutilizzo dei fondi di caffè trasformati in pellet come fonte energetica nelle stufe pirolitiche, già premiato in passato in Italia con il Good Energy Award, è arrivato sul tavolo dei ministri economici riuniti l’8 e il 9 giugno a Tsukuba per il G20 del Giappone.

Un’idea nata dalla collaborazione dell’azienda con l’associazione Animaimpresa e con il Dipartimento di Scienze Agrarie e Ambientali dell’Università di Udine (tramite lo spin off Bluecomb). Il caso è stato scelto dal Ministero dello Sviluppo Economico tra le best practice italiane per l’Inventory of Business examples for sustainable and inclusive growth – Esempi di crescita economica sostenibile ed inclusiva, pubblicato sul sito del METI, il Ministero dell’Economia del Commercio e dell’Industria giapponese.

Tutto gira e torna al punto di partenza:
1) un progetto che impatta socialmente attraverso l’introduzione di nuove tecnologie
2) un contributo alla comunità locale in termini di sostenibilità
3) gira su una dimensione internazionale
4) incontra lo spirito del modello giapponese Sanpo-Yoshi
5) soddisfa produttore, consumatore e comunità.

“Orgogliosi di questa opportunità – dichiara Fabrizio Cattelan, CEO di CDA – che premia la filosofia di un’azienda che deve certo fare utili e fatturato ma che si impegna per la propria comunità , per l’ambiente, per la sostenibilità. Non saremo fisicamente in Giappone ma ci terremo aggiornati da qui sulla presentazione del progetto che rappresenta, pensiamo, un’opportunità di vetrina internazionale anche per la nostra regione e la sua economia… Da sempre attuiamo scelte che partono dalla vocazione di generare benessere e valore per la nostra comunità regionale, partendo da Talmassons, dove il radicamento è ovviamente più forte, contribuendo alla crescita economica e sociale”.

E torniamo al punto di partenza: l’economia circolare, partendo dal welfare territoriale, in un acronimo CSR del territorio come esempio per altri territori.

Questo il biglietto per il G20, che vede tra i protagonisti CDA e il recupero dei fondi di caffè.

G20. Colpito e bruciato.
Contatti
Schiaccia anche tu, siamo noi a ricevere.
Un'area dedicata ai nostri utenti, amici, clienti, uno strumento per raccogliere dubbi, suggerimenti e consigli.
Richiedi informazioni
Prova ad indovinare
Quanto carburante permette di risparmiare il progetto Semaforo Verde, rispetto a un tradizionale utilizzo dei mezzi?
Gioca!
  • 10%
  • 5%
  • 2%
Risposta esatta!
Il progetto mette a frutto l’esperienza del nostro personale di guida per diminuire e ottimizzare l’utilizzo di carburante e l’usura di gomme e macchine. È il nostro modo di operare, affinché la nostra carbon foot print non lasci impronte.
Scopri di più
Gioca ancora
Risposta errata
Scopri la risposta
Il progetto mette a frutto l’esperienza del nostro personale di guida per diminuire e ottimizzare l’utilizzo di carburante e l’usura di gomme e macchine. È il nostro modo di operare, affinché la nostra carbon foot print non lasci impronte.
Scopri di più
Gioca ancora
Assistenza
Hai bisogno di assistenza?
Chiedi gratuitamente il supporto di un nostro operatore.
Il servizio di gestione dei guasti è coordinato dal call center CDA:ogni richiesta telefonica viene inviata in tempo reale all’operatore di zona e la risoluzione del problema avviene generalmente entro 1 ora, sabato e domenica compresi.
chiama
0432.766853